UNIVERSITA' DELL'INSUBRIA: TUTTI I CANDIDATI USB SONO STATI ELETTI ( IL 50% DEI DELEGATI).

IL 78% DEI LAVORATORI E’ ANDATO A VOTARE,

UNO DEI TRE CANDIDATI USB E' RISULTATO IL PIU' VOTATO.

Milano -

ALL'UNIVERSITA' DELL'INSUBRIA DI VARESE E COMO, CGIL E CISL DA MESI BOICOTTAVANO LE ELEZIONI RSU E NON PRESENTAVANO LE LORO LISTE PER NON FAR RAGGIUNGERE IL QUORUM.

 

IL LORO OBIETTIVO ERA DI TENER FUORI DALLE TRATTATIVE USB E CONTINUARE, COSI’, IL LORO MONOPOLIO DELLA RAPPRESENTANZA CON LA COMPLICITA' DELL'ATENEO.

 

USB HA PRESENTATO UNA LISTA CON 3 CANDIDATI SU 250 LAVORATORI, IL 50% DEI POSSIBILI ELETTI, RENDENDO QUINDI VALIDE LE ELEZIONI INSIEME ALLA UIL CHE HA PRESENTATO UNA PROPRIA LISTA.

 

NESSUN LAVORATORE SI E' VOLUTO CANDIDARE CON LA CGIL E LA CISL, PER NON RENDERSI COMPLICE DI CHI HA SEMPRE BOICOTTATO QUELLE ELEZIONI

 

VISTA L'IMPOSSIBILITA' DI COMPORRE LE PROPRIE LISTE, LA CGIL E LA CISL HANNO CONTINUATO LA LORO VERGOGNOSA CAMPAGNA, CHIEDENDO AI LAVORATORI DI NON ANDARE A VOTARE, TUTTAVIA ILAVORATORI SI SONO RECATI IN MASSA ALLE URNE, NONOSTANTE IL PERIODO DI FERIE E LE NUMEROSE MALATTIE , VANIFICANDO GLI APPELLI AL NON VOTO,

 

IL COORDINAMENTO REGIONALE P.I. LOMBARDIA SI COMPLIMENTA CON FRANCIS, CHE HA OTTENUTO 52 PREFERENZE, RISULTANDO IL PIU' VOTATO NELL'UNIVERSITA'.