IL FORUM ITALIANO DEI MOVIMENTI PER L’ACQUA PARTECIPA ALLA MANIFESTAZIONE DI DOMANI 28 FEBBRAIO A MILANO

Milano -

ll Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua partecipa alla manifestazione "Difendiamo il lavoro, le pensioni, la democrazia. No al razzismo, no alla guerra, no all'Expo" (Milano, 28 febbraio)

 

Negli ultimi mesi si sta delineando abbastanza chiaramente un piano attraverso il quale il Governo intende rilanciare con forza il processo di privatizzazione,

finanziarizzazione e mercificazione dei beni comuni, a partire dall'acqua. Diversi provvedimenti vanno in questa direzione: dal Decreto Sblocca Italia alla Legge di stabilità 2015, passando per la spending review. Così come il rilancio in grande stile, nonostante i recenti scandali, dell'operazione Expo 2015. Tale progetto è figlio dei vincoli imposti dal patto di stabilità interno e più in

generale dalle politiche di austerità e dall'inserimento del pareggio di

bilancio nell'art. 81 della Costituzione.

Per quanto concerne i servizi pubblici locali e, quindi, anche il servizio idrico, s'intende aggirare l'esito dei referendum del 2011 attraverso processi di

aggregazioni e fusioni tra aziende individuando dei poli aggregativi nelle grandi multiutilities.

Appaiono sempre più evidenti, inoltre, elementi comuni tra il decreto Sblocca Italia e Expo 2015 in quanto strumenti capaci di agire trasformazioni irreversibili, non solo dal punto di vista della gestione e pianificazione territoriale.

Expo 2015 è il risultato di anni di sperimentazione di pratiche di

eccezionalità giuridica in diversi ambiti che vanno dalla creazione di

status emergenziali ai super poteri commissariali, passando per

dispositivi di controllo e distruzione delle garanzie costituzionali

"per il bene del paese"; il decreto Sblocca Italia è il punto più

avanzato di una legislazione che legittima il meccanismo predatorio dei

territori, promuovendone uno sfruttamento incontrollato fondato sulle

privatizzazioni, sulle concessioni selvagge, sulle deroghe ai vincoli

paesaggistici e ambientali, sulla compressione degli spazi decisionali

democratici degli enti locali e delle comunità.

Per queste ragioni come Movimento per l'Acqua intendiamo sostenere e partecipare alla manifestazione che si terrà a Milano il 28 febbraio "Difendiamo il

lavoro, le pensioni, la democrazia. No al razzismo, no alla guerra, no all'Expo".

 

Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua