LombardiaFederazione Regionale

USB dice no allo smantellamento dell'INPS di via Pola

Milano -

L’Inps sta per chiudere la sede di via Pola e trasferire il personale, gli uffici e tutte le attività istituzionali, sportellerie comprese, presso le sedi di via Silva, via Fortezza e via Ripamonti.

L’Unione Sindacale di Base sta contrastando in tutti i modi la realizzazione di questo progetto, che comporterà l’abbandono di una vasta zona di città da sempre presidiata dall’Inps con una struttura pienamente operativa, e il trasferimento degli utenti presso sedi del tutto decentrate rispetto al territorio di competenza.

Segnaliamo ai nostri utenti che la Sede di via Silva si trova nelle vicinanze di piazzale Lotto, via Fortezza nei pressi della fermata di Villa S. Giovanni ai confini con il comune di Sesto S.G., e via Ripamonti nella zona Sud.

Il futuro riassetto dell’area metropolitana di Milano penalizzerà gli utenti che attualmente si rivolgono alla sede di via Pola, e produrrà gravi problemi organizzativi e di sicurezza presso le altre sedi milanesi, che si troveranno oberate di lavoro, con un personale largamente insufficiente.

Lo scorso 28 marzo si è tenuta un’assemblea di tutto il personale di Milano, con una grande partecipazione dei lavoratori, che si sono espressi contro questo progetto che penalizzerà tutta l’utenza dell’Istituto nell’Area Metropolitana di Milano.

USB chiede all’Amministrazione dell’Inps di attivarsi per cercare un nuovo stabile in zona Centrale-Gioia, per mantenere integro il presidio di tutte le attività dell’Istituto.

USB invita pertanto la cittadinanza a sostenere la mobilitazione contro la chiusura della Sede di via Pola, e a firmare la richiesta rivolta ai vertici nazionali e locali dell’Inps di trovare uno stabile adeguato e mantenere in zona una Sede pienamente operativa.

USB INPS Milano