Aggressione neofascista a Palazzo Marino: Il Prefetto garantisce incontro con Sindaco e Questore

Milano -

A fronte dell段naudita aggressione neofascista all段nterno di Palazzo Marino il 29 giugno, si svolto ieri, 3 luglio, il presidio di USB Lombardia presso la Prefettura di Milano.

La Prefettura ha ricevuto una delegazione che ha esposto i gravi dubbi sulla gestione della sicurezza all段nterno del palazzo del Comune, che ha consentito l誕ccesso indisturbato ad una trentina di aderenti a Casa Pound intenzionati, come poi accaduto, ad interrompere i lavori del Consiglio Comunale cos come a passare all誕ggressione fisica nei confronti dei partecipanti al presidio che chiedeva diritti per i migranti (la residenza su tutti), sia dentro che fuori il palazzo del Comune.

La tesi esposta dalla delegazione al Funzionario Prefettizio quella secondo la quale questo possa essersi verificato solo o per complicit delle forze dell弛rdine o per lo palese imperizia, perch troppi particolari, nella dinamica dei fatti, portano a questa conclusione. Come ugualmente grave stato denunciato il clima generale del paese che negli ultimi tempi ha visto pi volte il verificarsi di episodi repressivi o violenti nei confronti della nostra Organizzazione Sindacale, soprattutto in occasione di manifestazioni su tematiche particolarmente scottanti, fra tutte le politiche sull段mmigrazione e la precarizzazione del lavoro. Stessa preoccupazione stata manifestata per il sempre pi frequente ripetersi di episodi che hanno come protagoniste forze dichiaratamente neofasciste delle quali atteggiamenti e azioni sono spesso tollerate dalle forze dell弛rdine.

Abbiamo espresso con fermezza anche la volont di far si che questi episodi non distolgano l誕ttenzione da quello che era e rimane l弛biettivo del presidio del 29 giugno, ovvero il rispetto dei diritti umani e civili.

Il funzionario ha assicurato che il Prefetto si gi occupato con molta attenzione della vicenda e che nei prossimi giorni incontrer sia il Questore che il Sindaco per acquisire ulteriori elementi utili alla comprensione e alla ricostruzione dei fatti che abbiamo denunciato.

ネ nostra intenzione continuare a tenere sotto controllo l弾volversi della situazione rimanendo fermi nell段ntenzione, in assenza di spiegazioni plausibili, di chiedere le dimissioni del Questore.

Il prossimo appuntamento per gioved 6 luglio per il presidio organizzato a Palazzo Marino insieme a tutte le forze che aderiscono alla Rete Nessuna Persona Illegale, a partire dalle 16.30.