Continua il presidio dei lavoratori IKEA di Carugate al quarto giorno di sciopero.

Milano -

Le lavoratrici ed i lavoratori dell'Ikea di Carugate si dimostrano determinati ed uniti, non vogliono che i diritti acquisiti con la contrattazione di secondo livello, in parte già erosi, siano definitivamente svenduti.

Sostenuti dalla RSU, da colleghi solidali di altri negozi Ikea e di altre realtà territoriali, dalle 4 del mattino con un partecipato presidio, hanno rallentato l'afflusso delle merci al deposito del negozio. I quattro camion previsti per le prime luci del giorno hanno avuto circa 3 ore di ritardo ognuno, intasando le baie di carico, mentre gli autotrasportatori hanno dimostrano solidarietà agli scioperanti.

Il presidio si è spostato, alle dieci circa, davanti all'ingresso principale del negozio, per informare e sensibilizzare i clienti sulle rivendicazioni dello sciopero.

Questi giorni di presidio si sono rivelati il miglior modo per generare nei lavoratori un senso maggiore di collettività e forza, stimolandoli a non tirarsi indietro davanti alle macchinazioni dell'azienda ed alle difficoltà che le lotte comportano.

L'azienda continua il suo atteggiamento intransigente, e questo farà sì che quella di oggi non sarà l’ultima iniziativa di lotta!

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni