COORDINATORI SENZA REQUISITI ALL'OSPEDALE SAN CARLO. USB DENUNCIA: AMMINISTRAZIONE E I SOLITI SINDACATI COMPLICI

Milano -

La recente denuncia dell’USB del San Carlo che nell’ospedale operano coordinatori infermieristici senza averne i requisiti di legge  provoca reazioni sconcertanti dall’amministrazione ma anche da alcuni sindacalisti. Partiamo dalla prima: il direttore generale intervistato dal Giorno afferma che la ricognizione chiesta quattro mesi fa da Usb è stata fatta, ma non se ne ha notizia. I secondi, per bocca di uno della Uil (guarda caso coordinatore lui stesso), che è in atto uno scontro generazionale! Perché ai nuovi coordinatori viene richiesto un master (dopo essersi laureati infermieri). Altri invece ne sono sprovvisti avendo maturato i galloni in epoca pre laurea. La realtà è che al San Carlo sono in vigore regola poco trasparenti. Lo dimostra anche la vicenda del vecchio direttore sanitario che non aveva i requisiti per ricoprire quell’incarico e che è stato cacciato solo dopo denunce di USB e di consiglieri regionali dell’opposizione. Tutto in barba ai cittadini-malati. La tutela della loro salute, passa anche per i requisiti di legge di chi li cura. Ma forse amministrazione e certi sindacati hanno a cuore altri interessi: politici e di bottega.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni