Grande partecipazione all'assemblea regionale di USB all'INPS, verso lo sciopero generale!

Milano -

Oggi 8 novembre, alla vigilia dello sciopero generale del 10, si è svolta un'altra bellissima assemblea regionale dei lavoratori dell'INPS della Lombardia. I partecipanti sono accorsi in diverse centinaia da tutta la regione (domani sapremo il numero esatto).

La sala più grande disponibile nella sede regionale dell'INPS era stracolma, con colleghi seduti sul pavimento, sui tavoli ecc., ma più ancora erano i lavoratori nei corridoi perché la sala é riuscita a contenere solo una minima parte dei partecipanti. Gli interventi sono stati "forti" e importanti e hanno toccato tutti i punti all'ordine del giorno: la situazione generale all'interno dell'Istituto che subisce una privatizzazione strisciante attraverso le esternalizzazioni ed il conseguente taglio dei servizi; il carico di lavoro ormai insostenibile, a causa dei continui nuovi adempimenti che vengono assegnati all'INPS, a fronte della inesorabile diminuzione degli organici; il mansionismo che vede colleghi sottoinquadrati e sottopagati rispetto alle mansioni svolte; la situazione degli ispettori e l'evidente fallimento del nuovo ente ispettivo unico voluto dal governo; la riorganizzazione fallimentare degli sportelli; l'integrazione tra previdenza pubblica e privata, mai avvenuta nonostante siano passati quattro anni dalla eliminazione dell'INPDAP; il contratto che manca da otto anni, situazione gravissima questo che ha ridotto il potere d'acquisto dei salari dei dipendenti di diverse migliaia di euro.

Gli interventi si sono susseguiti ben oltre le 14.00, oda di fine prevista per l'assemblea, tanta era la voglia di farsi sentire.

Tutto questo fa ben sperare per la riuscita dello sciopero generale di venerdì 10. L'INPS Lombardia c'é e la voglia di lottare é forte!

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni