I LAVORATORI INPS, A STRAGRANDE MAGGIORANZA, IN LOMBARDIA SCELGONO USB!!!

Milano -

I risultati definitivi delle elezioni per il rinnovo delle RSU nelle sedi INPS della Lombardia, sono sorprendenti, nonostante la diminuzione del personale (nel 2015 i votanti erano stati 2782, oggi sono 2.545).

Con 697 voti abbiamo superato il risultato della precedente elezione, dove USB aveva raccolto complessivamente 659 voti confermandoci, già allora, per la seconda volta primo sindacato in Lombardia.

Eccezionale il risultato che i colleghi candidati per USB hanno ottenuto a Varese, dove nonostante la diminuzione dei votanti (una ventina in meno), passiamo dai 47 voti del 2015, agli attuali 67, diventando il primo sindacato della sede. Un risultato che premia la serietà, la competenza e la trasparenza dei colleghi che si sono impegnati con passione nel rappresentare le problematiche sindacali dei lavoratori. Del resto già nelle assemblee fatte, terminate sempre con gli applausi dei numerosi partecipanti, era evidente il consenso che i delegati ricevevano nella sede di Varese.

Stesso risultato anche a Monza, dove USB con i 58 voti ricevuti, rispetto ai 49 del 2015 e con una lista di candidati completamente rinnovata, passa da secondo a primo sindacato della sede, vedendo premiate le tante lotte fatte con competenza e determinazione in questi ultimi 3 anni.

Così pure a Brescia, che con 78 voti rispetto ai 70 del 2015 USB diventa primo sindacato superando la CGIL.

A Mantova dove nonostante l’attivismo dell’ultima ora delle altre organizzazioni sindacali, con l’evidente obiettivo di strappare consensi a USB, le formidabili colleghe candidate, hanno confermato la prima posizione guadagnando in assoluto il più alto numero di voti mai ottenuti in tutte le precedenti consultazioni a Mantova e nonostante la forte diminuzione del personale in sede. Obiettivo raggiunto anche grazie alla loro trasparente coerenza e determinazione nelle rivendicazioni portate avanti con capacità e passione…

Tante sono pure le riconferme, a cominciare da Lodi, dove USB, per la terza volta consecutiva, ottiene la maggioranza assoluta sfiorando per soli 2 voti mancanti la conquista del quarto seggio sui 5 disponibili, vengono così premiate le impegnative e difficili lotte effettuate durante il triennio appena concluso, culminate con l’occupazione della sede per una intera giornata da parte di delegati nazionali, regionali e dei lavoratori  di Lodi, contro la pratica “intimidatoria” dei provvedimenti disciplinari, attuata dall’amministrazione.

Bella anche la conferma al primo posto con 126 voti, dei colleghi USB di Milano 4900, e di Milano Sud (ex Fiori), dove USB è confermata al primo posto con un aumento dei voti rispetto al 2015.

Bellissima la rimonta di USB di Bergamo che sale al secondo posto passando dai 44 voti del 2015 ai 61 attuali, nonostante la notevole diminuzione del personale e conquistando anche il primato del maggior numero di preferenze mai espresso a BG per una candidata...

Così pure di tutto rispetto sono i risultati di Lecco, Cremona, Pavia, Legnano, Milano Centro, Milano Sesto, tutti al secondo posto e le riconferme dei seggi a Como, nella “difficile” sede Regionale, a Milano Nord, a Sondrio, spesso con notevole aumento dei consensi ottenuti.  

Un risultato complessivamente sorprendente, ma neanche tanto perché frutto dell'impegno di tutti noi: di noi della Lombardia e di Luigi, Massimo, Vincenzo e Libero del coordinamento nazionale.

USB è confermato PRIMO sindacato in Lombardia con 215 voti dal secondo.

Adesso sarà nostro impegno batterci con coerenza, responsabilità e trasparenza per i diritti, sempre più calpestati di tutti noi, a cominciare dalla difficile situazione di stress ambientale dovuta ai carichi di lavoro in continuo aumento (lo “standard” è salito a 132) e alla pessima organizzazione della sportelleria nelle sedi. Ci impegneremo con l’appoggio delle centinaia di colleghi della Lombardia che siamo certi non mancherà, per dar senso e continuità alla fiducia accordataci. Perché il sindacato siamo tutti noi insieme uniti e determinati nella conquista di migliori condizioni di lavoro. Adesso per l'amministrazione sarà sempre più difficile motivare la nostra esclusione dai tavoli sindacali impedendoci di partecipare alla contrattazione.

Ricapitolando i risultati 2018 RSU INPS Lombardia:

 

1° USB         697,   seggi 37         nel 2015     voti     659    seggi  35

2° CGIL        482,   seggi 28                                       580              30

3° CISL        481,    seggi 28                                      531               27

4° INTESA   400,     seggi 21                                     383              18

5° UIL          289,     seggi 17                                      423              20

6° SICOBAS 38,      seggi 3                                        37                3

7° FLP          34,       seggi 2

8° UNSA        25,     seggi  0

9° UGL          16       seggi  1                                        29              1

 

Coordinamento USB PI INPS Lombardia


* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni