La Maugeri con Sasha Colautti

Pavia -

Il Coordinamento Nazionale USB Maugeri esprime la più sincera vicinanza e solidarietà a Sasha Colautti che recentemente ha deciso, insieme alla ex segreteria triestina della Fiom di cui è stato anche segretario, di lasciare i metalmeccanici CGIL per aderire all'USB e di rinunciare per questo al distacco sindacale. 
"Al momento del rientro sul suo posto di operaio nello stabilimento triestino della Wärtsilä, una multinazionale finlandese attiva nella produzione di motori, ha trovato una lettera dell'azienda che lo trasferiva con effetto immediato nello stabilimento di Taranto”.
Il carattere vendicatorio del provvedimento aziendale e la volontà del management di indurre Sasha (che ha due figli) alle dimissioni sono evidenti. Sasha si è così incatenato al cancello della fabbrica dove si trova tuttora, mentre numerosissimi colleghi di lavoro sono scesi in sciopero. Molti di loro, constatata la connivenza con l'azienda di Fim, Fiom e Uilm che si sono rifiutati di dare copertura allo sciopero (solo la Fiom spinta dalle proteste dei lavoratori e colleghi di Sasha ha poi dichiarato 3 ore di sciopero) , hanno pubblicamente stracciato le tessere di questi sindacati di fronte ai giornalisti della stampa locale accorsi sul posto.
L'USB Coordinamento Nazionale Maugeri sostiene la lotta degli operai triestini perché nessuno può mettere in discussione la libertà di scegliere da quale organizzazione sindacale i lavoratori debbano farsi rappresentare.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni