Argomento:

LAVORATORI SETTORE GAS: ATTIVATE LE PROCEDURE PER LO SCIOPERO

Milano -

RdB Energia  non ha presentato nessuna piattaforma di rinnovo contrattuale del Gas, ma ha deciso di indire lo sciopero dei lavoratori del settore, per battere le ipotesi di rinnovo contrattuale delle controparti datoriali, tese ad abbattere i costi aziendali attraverso il contenimento del costo del lavoro e  la sistematica presa in giro dei lavoratori da parte di Cgil-Cisl e Uil  di settore.

Come ricorderete, infatti, nel Luglio del 2006 i lavoratori sono stati chiamati alla mobilitazione e alla lotta da Cgil-Cisl-Uil per dare una spallata alle controparti e chiudere così la vertenza per il rinnovo del CCnl scaduto il 31 Dicembre 2005.

Dopo 8 mesi dalla mobilitazione, in un clima di clandestinità informativa sindacale, non si capisce che fine abbia fatto la piattaforma contrattuale e/o lo stato delle trattative. RdB Energia  è peraltro a conoscenza che il prezzo politico per l’eventuale ipotesi di chiusura del contratto, è il netto peggioramento delle normative  dall’attuale CCnl.

RdB Energia è assolutamente convinta che, da un punto di vista salariale, la richiesta di 103 Euro è ormai scontata dal Luglio 2006, essendo stata, di fatto, concertata in quasi tutte le categorie che hanno rinnovato i CCnl e pertanto  INDICE  LO  SCIOPERO  della categoria con due obiettivi primari:

a)      L’immediato pagamento dei 103 Euro con gli arretrati dovuti da gennaio 2006, e la chiusura della vertenza salariale senza una tantum o sconti al padronato.

b)      Nessun peggioramento della normativa attuale

A nostro avviso, solo così, si potrà evitare perdite di salario (con una-tantum o con EDR che non hanno alcun effetto su pensione e/o o liquidazione) ed insieme perdite di carattere normativo (turni, indennità ecc.)

A questo punto, fermo restando l’ obiettivo di presentare nel prossimo futuro una unica piattaforma per tutto il settore Energia ( Elettrico, Gas e Acqua, ecc ) anche in considerazione delle aggregazioni delle ex Municipalizzate in Aziende Multi-Utility, riteniamo giustificato ed opportuno chiedere a tutti i lavoratori di partecipare allo sciopero con l’intenzione di togliere ogni alibi alle controparti e a Cgil-Cisl-Uil  di continuare  una trattativa ormai condizionata e compromessa.

E’ altresì opportuno ricordare che dopo la nostra attivazione  di procedura allo sciopero, il Ministero del Lavoro ha provveduto a convocare nella giornata di ieri 27 Febbraio 2007, RdB Energia e le controparti interessate (Anigas, Assogas, Federutility e Federestrattiva).

OGGI, 28 Febbraio 2007 possiamo dichiarare che i nostri “ fantasiosi sospetti” hanno ricevuto, disgraziatamente, ampia confermacon la diserzione di TUTTE LE CONTROPARTI DATORIALI dalla riunione indetta dal Ministero del Lavoro.  Ciò dimostra, senza dubbio alcuno,  le comuni intenzioni, effettuate attraverso precise scelte di campo e al rifiuto di confronto su proposte concrete,  delle controparti datoriali con le organizzazioni sindacali confederali Cgil-Cisl-Uil.

Un fenomeno sconcertante, sindacalmente pericoloso e foriero di cattivi risultati economici e normativi per i lavoratori del settore Gas. E che va battuto.  Nell’interesse di TUTTI.

 LAVORATORI LOTTATE  CON NOI !  SCIOPERO

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni