Lodi: il razzismo e i diritti dei bambini negati

Lodi -

Si è svolto stamattina sotto il palazzo del Municipio di Lodi il presidio organizzato dal Coordinamento Uguali Doveri. Presenti molte mamme, senza distinzione di provenienza, e molti cittadini. Abbondante presenza anche di stampa e network TV, nazionali e internazionali.

Il Coordinamento ha tentato più volte, ma senza successo, di incontrare il Sindaco e la Giunta.

L’USB ha sostenuto con la propria presenza l’iniziativa, distribuendo un volantino e esibendo delle locandine.

Nei prossimi giorni, sicuramente metteremo in campo altre iniziative con l’obiettivo di costringere l’amministrazione comunale a fare marcia indietro rispetto ad una scelta che non ha alcuna ratio giuridica ma che si inerpica attraverso vergognosi equilibrismi sulla pericolosa china del razzismo, sapendo di incontrare terreno fertile in una parte del paese nel quale far crescere l’odiosa pianta dell’intolleranza e del razzismo che si nutrono soprattutto di ignoranza.

In allegato, il volantino e le locandine distribuite al presidio.

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati