Agenzia Entrate, attività esterne in sicurezza... altrimenti non vanno fatte!

Milano -

Il 21 ottobre l’Unione Sindacale di Base ha inviato un'istanza a tutte le DP della Lombardia, all'UPT di Milano ed alla Direzione Regionale per chiedere l'aggiornamento dei protocolli di sicurezza relativi allo svolgimento delle attività esterne e la conseguente sospensione delle attività esterne con rischio MEDIO-ALTO.

Nonostante siano trascorsi più di 10 giorni nessuno degli Uffici della Lombardia ci ha fornito le copie aggiornate dei protocolli di sicurezza.

Di sospendere ufficialmente le attività esterne poi neanche a parlarne.

Per quanto riguarda le attività in commissione Tributaria ci è voluto un provvedimento Dirigenziale della CTR con il quale, con decorrenza 02/11/2020, è stato inibito l’accesso ai locali di tutte le Commissioni Tributarie lombarde e delle Commissioni Tributarie di I e II grado delle parti e/o dei difensori.

Agenzia delle Entrate invece non pervenuta.

Forse perché le udienze in commissione tributaria sono un obiettivo di budget ed il datore di lavoro, di fronte alla prospettiva di portare a casa una lauta ricompensa, si dimentica di colpo di essere responsabile penalmente (ai sensi del decreto legislativo 81/2008) della salute e della sicurezza delle Lavoratrici e dei Lavoratori.

Conviene (monetariamente parlando) aspettare che sia la CTR a sbarrare le porte.

Silenzio assordante anche sull'apertura delle cassette di sicurezza, con alcune DP che ancora continuano a pretendere lo svolgimento di tale attività.

USB chiede all'Agenzia delle Entrate di dare un segnale di rispetto nei confronti delle Lavoratrici e dei Lavoratori, sospendendo ufficialmente e con effetto immediato tutte le attività esterne.

di seguito il testo dell'istanza:

" Oggetto: richiesta sospensione attività esterne.
La scrivente Organizzazione Sindacale,
premesso che,
In data 21 ottobre 2 u.s. la scrivente ha richiesto agli uffici in indirizzo, ai sensi dell'art 3 dell’Accordo per la definizione delle misure di prevenzione e la sicurezza dei dipendenti in ordine all’emergenza sanitaria da “Covid-19” per lo svolgimento delle attività lavorative esterne, stipulato a livello nazionale in data 28 luglio 2020, di ricevere copia dei Protocolli di sicurezza redatti in relazione alle specifiche attività esterne attualmente effettuate, aggiornati con l'ultimo indice RT pubblicato;
considerato che,
- ad oggi, nonostante siano passati più di dieci giorni dalla richiesta, nessuna delle articolazioni in indirizzo ha trasmesso alla scrivente copia dei Protocolli di sicurezza aggiornati con l'ultimo indice RT pubblicato;
- l'aumento dell'indice RT incide sulla valutazione complessiva del livello di rischio specifico dell'attività (BASSO-MEDIO-ALTO):
- l'accordo nazionale del 28 luglio sopra citato (art.6) vieta l'effettuazione delle "attività esterne che siano qualificabili quale rischio superiore a quello BASSO";
- l'indice epidemiologico RT specifico per la regione Lombardia è ad oggi pari a 2.09 e sta comportando l'adozione da parte delle autorità competenti di misure di contenimento del contagio che prevedono pesanti limitazioni alla libertà di movimento;
CHIEDE
- al fine di tutelare la salute delle Lavoratrici e dei Lavoratori dell'Agenzia delle Entrate su tutto il territorio Lombardo, che vengano sospese con effetto immediato tutte le attività esterne;
Distinti Saluti"

Aiutaci a diffondere questo comunicato condividendo con colleghe e colleghi.

Grazie

USB PI Agenzie Fiscali Lombardia

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati