Agenzia Entrate, aumento dei contagi! USB richiede un piano di screening regionale

Milano -

In conseguenza del preoccupante aumento dei contagi all'interno degli Uffici dell'Agenzia delle Entrate della Lombardia l’Unione Sindacale di Base è tornata a chiedere la predisposizione di un piano di screening preventivi e periodici, su base volontaria e gratuita, per tutto il personale che accede agli uffici, nonché la predisposizione di un piano che preveda nel dettaglio le procedure di tracciamento dei contatti con casi accertati COVID-19 avvenuti all'interno delle strutture. 

Di seguito il testo dell'istanza:

"Oggetto: richiesta di screening preventivi e tracciamento contatti.

La scrivente Organizzazione Sindacale, fin dal primo incontro avvenuto il 6 maggio 2020 nell'ambito del tavolo regionale permanente sulla sicurezza, ha chiesto ripetutamente la predisposizione di un piano di screening preventivi e periodici, su base volontaria e gratuita, per tutto il personale che accede agli uffici.

Tale richiesta è stata purtroppo ignorata. All'Agenzia delle Entrate, a differenza di quanto sta accadendo in molte altre amministrazioni, si è deciso di non seguire la strada della prevenzione e le conseguenze di questa decisione sono ormai evidenti.

Quasi ogni giorno vengono segnalati casi di positività all'interno degli uffici, alcuni dei quali sono stati interessati dalla comparsa di veri e propri focolai. Questi gli effetti della politica del risparmio sulla pelle dei Lavoratori e delle Lavoratrici. USB ritiene che tale situazione sia divenuta insostenibile.

L'Agenzia delle Entrate, anche in Lombardia, ha conseguito enormi risparmi di spesa in questi mesi di pandemia e parte di tali risorse potrebbero essere utilizzate per garantire sicurezza e prevenzione. La scelta di non sottoporre il personale a screening preventivi e periodici si sta dimostrando palesemente inadeguata a garantire la sicurezza negli uffici, nei quali il Datore di lavoro (lo ricordiamo) è responsabile penalmente della salute dei Lavoratori e delle Lavoratrici.

Anche l'assenza di un piano aziendale condiviso che preveda nel dettaglio le procedure di tracciamento dei contatti con casi accertati COVID-19 avvenuti all'interno delle strutture sta condizionando negativamente la gestione delle attuali criticità.

Alla luce di quanto esposto, chiediamo quindi, a tutela delle Lavoratrici, dei Lavoratori e di tutti coloro che a vario titolo frequentano i locali dell'Agenzia (utenti e fornitori), che venga predisposto con urgenza presso tutti gli uffici della Lombardia un piano di screening preventivi e periodici, su base volontaria e gratuita, per tutto il personale che accede agli uffici e un piano interno di tracciamento dei contatti."

Aiutaci a diffondere questo comunicato condividendo con colleghe e colleghi.

Grazie

USB PI Agenzie Fiscali Lombardia

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati