Mahdi è al sicuro, adesso tocca agli altri

Milano -

Dopo una lunghissima giornata, iniziata con lo sgombero da parte delle forze dell’ordine dello stabile di via Fortezza, motivo per cui una giovane donna mamma di un bimbo di 9 giorni ha cercato riparo presso la sede di USB Lombardia, l’intervento dei nostri delegati ha sortito effetto positivo. Infatti l’assessorato alle politiche sociali è intervenuto per trovare una sistemazione dignitosa alla mamma e al piccolo Mahdi.

Questa vicenda è la dimostrazione del fatto che la collaborazione tra le forze sociali e l’amministrazione della città puòportare ad esiti positivi anche vicende molto complesse e delicate.

USB è rimasta al fianco di questa piccola famiglia cercando di fornire cura, conforto e assistenza, sia attivandosi concretamente che attivando i servizi pubblici preposti

 

Adesso il nostro lavoro prosegue: tanti sono adesso al freddo, per strada, dopo lo sgombero. Ricordiamo che si tratta quasi esclusivamente di rifugiati e l’accoglienza a chi fugge da guerre e persecuzioni è un dovere per un paese civile al quale Milano ha saputo più e più volte adempiere con perizia. Chiediamo che anche in questo caso i cittadini e l’amministrazione trovino una soluzione per questi nostri amici e fratelli.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni