MILANO: I VIGILI E LA CIRCOLARE FANTASMA SUL TSO (TRATTAMENTI SANITARIO OBLIGATORIO)

Milano -

La tragedia di Torino con la morte di Andrea Soldi a seguito di un tragico Tso, trattamento sanitario obbligatorio, da parte di agenti di polizia locale e psichiatri, ha posto in evidenza che qualcosa non va in queste situazioni così delicate. E puntuale arriva la richiesta di regole di comportamento precise da parte dei vigili di USB Pubblico impiego di Milano. Precisa la loro richiesta (che pubblichiamo in allegato) al comandante della città perché precisi mezzi e procedure da impiegare nei Tso. E sorpresa anche perché alla stampa è stato detto che a Milano tali erano già state decise. Ma non risulta a USB essere mai circolate e diffuse tra gli agenti. Un altro tassello che si aggiunge alla situazione desolante della sicurezza sul lavoro e all’individuazione dei compiti e delle responsabilità degli agenti durante lo svolgimento del loro lavoro. Il Tso è un particolare e delicato intervento in cui concorrono vari operatori, non solo vigili, ai quali spetta il lavoro pratico, quello più difficile e complesso, ma anche infermieri e medici, ai quali compete la direzione delle operazioni. Per questa ragione i fatti di Torino devono essere approfonditi scrupolosamente perché non si possano e debbano ripetere. Nessuno più deve lasciarci la vita. E nessuna famiglia debba più piangere suoi congiunti. Per tutto questo a Milano, come in tutta Italia, i Tso devono essere eseguiti nella massima sicurezza di tutti. USB Pubblico impiego vigili di Milano aspetta rapide informazioni dal suo comandante. Altrimenti USB farà sentire alta la sua voce.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni