MILANO: L'ISTITUTO DEI TUMORI CONDANNATO PER CONDOTTA ANTISINDACALE

Milano -

L’istituto dei tumori di Milano è stato condannato dal giudice del Lavoro per condotta antisindacale nei confronti del nostro compagno Pasquale Brunacci. E ha ordinato all’Istituto di lasciar utilizzare a lui, a USB e Rsu, per le attività sindacali, una lista degli indirizzi dei dipendenti senza previa autorizzazione da parte della direzione. Una gran bella vittoria per Pasquale e per USB. Riassumiamo i fatti. In vista della recente campagna elettorale per il rinnovo della Rsu dell’Istituto, la direzione aveva proibito alla Rsu e a USB l’utilizzo della cosiddetta “Lista tutti” comprendente gli indirizzi mail dei 1500 dipendenti dell’Istituto, senza la sua preventiva autorizzazione. Il controllo quindi dei contenuti e della loro diffusione. Brunacci, con altra lista, aveva contestato questa imposizione e aveva inviato mail ai suoi colleghi. E per questo era stato sanzionato con un rimprovero verbale in forma scritta. Da qui l’impugnazione dei due provvedimenti da parte del nostro compagno e di USB. E la successiva presa di posizione del magistrato. Chi l’ha dura la vince.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni