NO AI TURNI DI 12 ORE ALL'OSPEDALE BUZZI DI MILANO

Milano -

La direzione dell’ospedale Buzzi di Milano impiega i lavoratori di alcuni reparti in turni di 12 ore. Una prassi che deve essere respinta con forza. Perché aumenta a dismisura i carichi di lavoro, perché facilita la direzione nel non assumere nuovo, indispensabile personale, perché produce una perdita netta da 2.000 a 5.000 euro l’anno di indennità, perché in caso di malattia sono coperti solo 7 ore e 12 minuti lasciando un debito di quasi cinque ore, infine perché sono illegali. Per tutte queste ragioni USB nei prossimi giorni dichiarerà lo stato di agitazione, porterà l’azienda davanti al prefetto e promuoverà ricorsi legali. In allegato il volantino di USB.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni