Argomento:

PRECARI CRI: FIRMATO L'ACCORDO !

Roma -

La riunione di oggi 21/12 al Ministero della Salute tra Amministrazione CRI, Ministeri vigilanti ed Organizzazioni Sindacali, ottenuta unicamente grazie alla mobilitazione dei lavoratori, rappresenta un ulteriore passo avanti, purtroppo NON ancora definitivo, nella vertenza per la stabilizzazione dei lavoratori precari CRI.

La riunione si è infatti conclusa nel tardo pomeriggio con la sottoscrizione di un accordo (che trasmettiamo in allegato) che dà finalmente certezze ai lavoratori della Croce Rossa con contratto a tempo determinato.

In tale accordo si sancisce che:

  • per i 976 lavoratori in possesso dei requisiti previsti dalla Finanziaria 2007 (oggi definitivamente approvata alla Camera) l’Amministrazione procederà alla proroga ed alla successiva stabilizzazione secondo quanto previsto dai commi 519 e seguenti della Finanziaria stessa;

  • per i 918 lavoratori non ancora in possesso di tali requisiti il Governo si impegna ad inserire un apposito articolo nel Decreto Legge cosiddetto “milleproroghe” (che dovrebbe essere emanato domani 22/12 dal Consiglio dei Ministri) che garantisce loro almeno la proroga per il 2007 (anche il testo di questo articolo viene trasmesso in allegato).

La RdB-CRI torna ad esprimere prudente ottimismo per questo ulteriore passo avanti nel percorso della tormentata stabilizzazione dei lavoratori precari CRI per ottenere la quale, contrariamente a quanto assicurato dallo stesso Ministero della Salute appena due giorni fa, non essendo stati recepiti gli emendamenti alla Finanziaria, occorre ora attendere l’emanazione di un apposito Decreto Legge (come la RdB ha sostenuto sin dall’inizio).

Solo successivamente all’emanazione di tale Decreto (ci auguriamo già da domani) la RdB-CRI potrà dichiararsi interamente soddisfatta. Nel frattempo invitiamo i lavoratori a non abbassare la guardia (anche a causa dello sciopero della stampa concomitante con le feste nataliuzie)…

 

Totalmente negativo invece l’atteggiamento del Ministero della Salute, nella persona del Sottosegretario Zucchelli, rispetto alla vertenza che vede i lavoratori CRI ancora in attesa di competenze economiche riferite agli anni passati.

Nel corso della riunione sono state infatti avanzate proposte assolutamente inaccettabili, basate acriticamente su quanto emerso dall’Ispezione disposta dal MEF, le cui risultanze la RdB-CRI, con le proprie osservazioni, ha dimostrato essere invece moltopoco attendibili.

L’unico elemento positivo al riguardo è rappresentato dal fatto che oggi le risultanze dell’Ispezione vengono finalmente messe in discussione anche dalle altre Organizzazioni Sindacali (NON E’ MAI TROPPO TARDI?) che avevano invece finora colpevolmente taciuto.

Sarebbe anche il caso che l’Amministrazione CRI dicesse chiaramente la sua…

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni