PROTESTA DELLE ADDETTE MENSA DURANTE IL CONSIGLIO COMUNALE DI SESTO SAN GIOVANNI: "IL CAMBIO DI APPALTO NON DEVE DANNEGGIARCI"

Sesto San Giovanni -

Da mesi USB e addette mensa delle scuole e dei nidi di Sesto San Giovanni chiedono garanzie affinché nel prossimo cambio di appalto siano mantenute le  condizioni economiche e normative di oggi. In un primo incontro, a ridosso delle ferie estive, gli assessori all’Istruzione Roberta Perego e al Bilancio e Lavoro Virginia Montrasio avevano assicurato che nulla sarebbe cambiato. Poi, nel capitolato, sono state inserite mansioni che nulla hanno a che vedere con quelle attuali (responsabilità dei bambini quando le educatrici si assentano, riordino degli spazi giochi, vigilanza). Sullo sfondo balenano riduzione di orario, con relativo salario e sospensione invernale, che oggi pare essere il pallino delle aziende del settore. Così a fine settembre c’è stata un’assemblea alla fine della quale è stata approvata una mozione che, nel ribadire le richieste, chiedeva un incontro urgente con le rappresentanti del Comune. Dopo quasi un mese non è arrivata nessuna risposta. Da qui la protesta di ieri sera durante il consiglio comunale. E il successivo incontro con l’assessore Montrasio e il capo di gabinetto del sindaco Luca Finazzi. Le lavoratrici hanno ripetuto le loro richieste e i rappresentanti del Comune hanno dichiarato di avere a cuore gli interessi dei lavoratori e che a breve sarà fissato un incontro durante il quale sviscerare i problemi dell'appalto e trovare delle soluzioni. Vedremo.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni