TRASPORTO PUBBLICO A PAVIA: TAGLIO DEL 20 PER CENTO DEL PERSONALE. USB E CUB NON CI STANNO

Milano -

Il bando per l’aggiudicazione a privati del trasporto pubblico locale a Pavia e dintorni prevede il 20 per cento in meno di lavoratori. USB e CUB non ci stanno e si mobilitano per far cancellare questa decisione. Lo hanno ribadito lunedì al consiglio comunale di Pavia e lo faranno nei prossimi giorni negli incontri che hanno chiesto con presidenti, sindaci assessori della provincia. Meno posti di lavoro non sono solo un danno enorme a chi oggi con il suo lavoro porta a casa ciò di cui vivere. Ma sono un danno anche per chi viaggia in pullman perché vuol dire un servizio peggiore, riduzione delle corse, delle tratte, autisti più stanchi. Come si vede un pessimo servizio ai dipendenti e ai cittadini.

In allegato il comunicato di USB e CUB Pavia.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni