UN POMPIERE OGNI MILLE ABITANTI: PER LA SICUREZZA DI TUTTI VANNO ASSUNTI I PRECARI DEI VIGILI DEL FUOCO

Milano -

I precari/discontinui dei vigili del fuoco sono oltre 50.000 e da decenni sono parte integrante del Corpo nazionale vigili del fuoco, utilizzati massicciamente nei servizi logistici così come nel soccorso. Ad essi vengono applicati contratti a tempo determinato, da gennaio di quest’anno addirittura di soli 14 giorni, per non riconoscergli l’indennità di disoccupazione. E c’è da aggiungere il drastico taglio del numero dei richiami annuali. Tutto questo sta assestando un grave colpo all’intera organizzazione dei vigili del fuoco e quindi alla delicata macchina del soccorso. Un problema che riguarda tutti i cittadini.

USB da anni è promotrice di una proposta di legge che metta fine alla piaga del precariato nei pompieri e che passi attraverso l’assunzione di tutti i discontinui, per raggiungere la media europea che prevede un pompiere ogni mille abitanti.

Pertanto sabato 4 luglio, dalle 9 alle 14, USB sarà presente in piazzaleCadorna  a Milano, insieme al Coordinamento vigili del fuoco discontinui di Milano, con un banchetto per raccogliere firme a supporto della proposta di legge USB, per l’assunzione del personale precario.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni