La pistola nel cesso: presidio di USB Lombardia alla sede RAI di Milano

Milano -

Molto partecipato il presidio organizzato da USB alla sede RAI di corso Sempione. Tante le organizzazioni conflittuali che sono venute a testimoniare la loro solidarietà, di fronte al vergognoso attacco subito a Roma dalla nostra organizzazione sindacale.

Non sarà certo una pistola in uno sciacquone, né tanto meno le perquisizioni delle forze delle forze dell'ordine a fermare USB.

Le nostre armi sono le lotte, il conflitto e la difesa dei lavoratori.

Non smetteremo di denunciare le politiche del governo Draghi, nemiche dei lavoratori, né smetteremo di opporci alla deriva guerrafondaia che sta prendendo questo Paese. Continueremo a dire con forza che l'aumento delle spese militari è inaccettabile e continueremo a opporci al traffico d'armi che passa per i nostri porti e i nostri aeroporti.

Chi era in piazza oggi ha ribadito con fermezza che le intimidazioni e la repressione non ci fermeranno.

Sia chiaro: USB siamo tutti noi e USB non si tocca!

Aspettiamo tutti il 9 all'assemblea operaia al Circolo familiare di unità proletaria e il 22 alla grande manifestazione di operai e studenti a Roma.

Unione Sindacale di Base – Federazione Lombardia

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati