SAN RAFFAELE: Dichiarazione a verbale di USB ed USI allegata a Roma e iniziative prossime.

Milano -

DICHIARAZIONE A VERBALE DI USB E USI-SANITA’

L’esito referendario, che ha visto prevalere il “NON APPROVATO” dell’accordo del 21/01/2013, denota come tale accordo fosse penalizzante per i lavoratori e le lavoratrici senza prevedere impegni certi da parte aziendale sul mantenimento dei livelli occupazionali e sul termine temporale dei “sacrifici” richiesti.

Riteniamo carente l’informativa aziendale relativa alla presunta crisi; inoltre decadono i motivi per cui l’azienda ha aperto la procedura per il licenziamento collettivo di 244 lavoratori, per effetto della disdetta unilaterale di accordi integrativi economici che entro febbraio p.v. produrranno un’ulteriore decurtazione del salario che, per alcune figure, raggiungerà oltre 300 € al mese.

USB e USI-Sanità prendono atto della totale chiusura e mancanza di volontà dell’Amministrazione del San Raffaele alla modifica dell’accordo, non sottoscritto da USB e USI-Sanità e respinto dai lavoratori e lavoratrici attraverso il referendum.

USB e USI-Sanità si riservano di verificare ed eventualmente contestare nelle sedi competenti eventuali irregolarità formali della procedura.

Venerdì 1 febbraio la RSU ha eletto Daniela Rottoli e Grazia Monacelli coordinatrici.
Mercoledì 6 febbraio dalle ore 8 alle ore 11, in aula San Luca, presso l'Ospedale S.Raffaele (via Olgettina 60) ci sarà l'assemblea generale dei lavoratori e delle lavoratrici.


Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati